Archivio Stagioni
Utenti connessi
 9 visitatori online

Incontri 2013

07.07.2013 Benevento-Salerno 2-1

I Commercialisti di Benevento si aggiudicano la Coppa Italia di categoria battendo i finale i “cugini” di Salerno con il risultato di 2-1 aggiungendo al proprio gia’ prestigioso palmares un trofeo che ancora mancava.

Ormai non ci sono più parole per una squadra che, sebbene sia un po’ avanti con l’età, non smette mai di stupire i colleghi avversari per la continuità dei risultati che riesce ad ottenere ormai da diversi anni.

…..4 scudetti………..1 coppa Italia……….1 secondo posto………2 terzi posto…….nessuna squadra ha saputo finora fare meglio dei gladiatori sanniti.

Dopo la cocente delusione della sconfitta subita nei quarti di finale del Campionato di calcio a 11 dei Dottori Commercialisti ed esperti Contabili ad opera dei cugini napoletani nella gara che valeva per l’accesso alle final four per l’assegnazione dello scudetto, per salvare la stagione restava solo la Coppa Italia.

Ed i commercialisti sanniti non hanno tradito le aspettative……sono riusciti meritatamente a conquistare anche il trofeo che ancora mancava nella bacheca.

Dopo aver superato in semifinale nettamente e meritatamente la rappresentativa dei colleghi di Massa Carrara, i giallorossi vincono anche contro i colleghi di Salerno sfoderando una prestazione che è lo specchio dell’intera stagione disputata ossia quello di vincere soffrendo!!

I Sanniti non rappresentano più la squadra schiacciasassi di qualche anno fa, allorquando, essendo più giovani, erano sorretti da una rapidità della manovra indiscutibilmente superiore ad ogni avversario.

Oggi gli avversari piu’ temibili di un tempo (Padova, Latina, Massa Carrara) non riescono ad essere piu’ competitivi come una volta ed, al loro posto, si sono affacciate sul panorama calcistico dei Dottori Commercialisti e degli esperti Contabili nuove realtà calcistiche, come quella di Napoli (laureatasi Campione d’Italia) e a seguire quelle di Verona e di Bari, squadre molto bene organizzate ma, soprattutto, con il vantaggio di avere tra le proprie file colleghi-giocatori con una media età molto più bassa rispetto a quella degli avversari.

Ebbene in questa nuova era che si e’ aperta l’unica squadra di un tempo che ancora riesce a reggere il confronto con queste squadre è, appunto, quella dei sanniti che grazie all’esperienza ed all’ intelligenza tecnico-tattica (impartita da Mister Ventura) raccoglie ancora successi in tutta Italia.

Ecco, dunque, che le vittorie arrivano ma con sofferenza e, proprio per questo, esse sono ancora più belle; infatti, passando alla cronaca della partita e malgrado i giallorossi stringano subito d’assedio i colleghi di Salerno, sono quest’ultimi a passare in vantaggio con un gol in contropiede.

I Beneventani non demordono e provano subito a pareggiare il conto ma i commercialisti Salernitani sono ben motivati a ben figurare e a vincere questo trofeo.

I granata mostrano un agonismo ed una abnegazione notevole con marcature asfissianti e continui raddoppi delle stesse; si trincerano nella propria area di rigore affidandosi a veloci ripartenze tanto che, alla mezzora del primo tempo, per poco non riescono a trovare la rete del raddoppio scongiurata grazie alla magnifica parata realizzata dal portiere giallorosso Massa Raffaele.

Dal canto proprio i sanniti reclamano sia la mancata concessione di un rigore –apparso a tutti piu’ che sacrosanto- per atterramento di Martini in area e sia la mancata assegnazione di qualche cartellino giallo per i ripetuti falli commessi dai difensori Salernitani.

Sul finire del primo tempo, i sanniti chiudono nella loro area di rigore gli avversari e, dopo la clamorosa occasione sfumata da Cocchiarella con un colpo di testa terminata di poco fuori, raggiungono il meritato pareggio con il bomber Tommaselli che, su corner battuto dalla destra, anticipa il suo difensore ed il portiere e sigla il goal del momentaneo e meritato pareggio.

Nella ripresa i giallorossi partono subito forte ben motivati e determinati a realizzare al goal della vittoria ma concedono qualche spazio di troppo agli avversari; infatti, per poco questi non beffano di nuovo i sanniti con un tiro da fuori area che si va a stampare sulla traversa.

Ma questa è l’ultima azione degna di nota degli avversari che da quel momento in poi subiscono la costante pressione da parte dei Beneventani e capitolano dinanzi ad un eurogol realizzato dal funambolico Gennaro Martini il quale, raccolta la palla sulla trequarti avversaria, supera due difensori, mette a sedere il portiere con un dribbling secco e deposita la palla in rete per il goal della vittoria e dell’apoteosi finale.

Con questa vittoria i gladiatori sanniti saranno ora chiamati a contendere ai colleghi campioni d’Italia del Napoli la conquista della Super Coppa, un match questo molto atteso che consentirà ai giallorossi la possibilità di prendersi la rivincita dopo l’eliminazione patita ai quarti di finale per la poule scudetto.


Tabellino:

Massa R. 7,5; Santosuosso 6,5; Monteforte 6,5; Cocchiarella 6,5; Fragnito 7; Possemato 6,5; Ricciardi 6,5; Tedino 6,5; Tommaselli 7,5; Martini 8; Lonardo 6,5.

 

05.07.2013 Benevento-Massa 3-1

Nella splendida cornice del centro sportivo di proprieta’ del Catania Calcio, “Torre del Grifo”, si è disputata la semifinale –partita unica per l’accesso a disputare la finale valida per la conquista Coppa Italia di calcio a 11 dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili- che ha visto prevalere i Commercialisti di Benevento contro i colleghi di Massa Carrara con il risultato di 3-1.

La gara, ancora una volta, ha premiato meritatamente i giallorossi che, a questo punto, possono essere considerati la bestia nera per i toscani essendo stati sconfitti per la terza volta di fila alle fasi finali del Campionato Nazionale di calcio a 11 di categoria.

Per la cronaca sportiva la partita è stata un monologo dei sanniti che hanno fatto il bello ed il cattivo tempo contro i colleghi toscani complicandosi la vita in più di una circostanza sia prima che dopo essere passati in vantaggio.

Infatti, malgrado il solito e predominante possesso palla effettuato dai sanniti, i toscani, schieratisi in campo con una sola punta, non lasciano molti spazi alla manovra giallorosa che e’ apparsa un pò lenta.

Dopo diversi tentativi dalla distanza, i commercialisti giallorossi sbloccano il risultato con un bellissimo gol realizzato dal bomber TOMMASELLI che, con una pregevole mezza rovesciata, depositava in rete la palla servitagli al “bacio” dall’altro bomber LONARDO .

Passano, pero’, solo pochi minuti ed i toscani pervengono al pareggio procurandosi un calcio di rigore concesso dall’arbitro a seguito dell’ingenuo ed inutile atterramento in area dell’attaccante avversario da parte del centrale difensivo del Benevento; dal dischetto il capitano di Massa non lascia scampo al portiere sannita.

Nella ripresa i giallorossi aumentano il ritmo e fioccano le azioni da gol; infatti, gli stregoni si riportano di nuovo in vantaggio con l’esterno destro Possemato che, dopo un scambio di prima con Martini, si presenta solo davanti al portiere toscano e lo trafigge con sicurezza.

Avrebbe dovuto essere l’epilogo della partita ed invece ancora una disattenzione della retroguardia sannita costa caro ai giallorossi ….ai toscani viene concesso un altro rigore con conseguente espulsione del portiere Garzarella.

Dal dischetto, però, stavolta l’attaccante toscano si fa ipnotizzare dal nuovo entrato, la storica saracinesca LODOVICO LAMBERTI, che riesce a parare il tiro e tiene fermo il risultato sul 2-1 per i beneventani.

Sul finire della partita, sebbene in inferiorità numerica, sono sempre i sanniti a dominare in campo; infatti, Tedino, segnando su rigore concesso dall’arbitro per atterramento dello stesso, blinda il risultato finale sul 3-1.

In finale i commercialisti di Benevento affronteranno la compagine di Salerno che, nell’altra partita di semifinale, ha battuto per 2-1 i colleghi di Latina.

Tabellino:

Garzarella 6,5 (Lamberti 7,5 dal 60°); Santosuosso 6; Monteforte 6; Cocchiarella 6; Fragnito 6,5 (D’Ambrosio 6,5 dal 65°); Possemato 6,5; Tommaselli 6,5; Ricciardi 7; Tedino 7; Martini 6,5; Lonardo 7.

 

20.04.2013 Trani-Benevento 0 - 0

trani-benevento-20-4-2013

 

30.05.2013 Roma-Benevento 0-3

Dopo aver conquistato per l’ennesima stagione il primato del girone di qualificazione, i commercialisti sanniti nella gara valida come andata degli ottavi di finale, turno ad eliminazione diretta, espugnano la capitale battendo i colleghi commercialisti di Roma.

Netta la supremazia tattico-tecnica vista in campo tant’e’ che il risultato di 0-3 starebbe anche troppo stretto ai sanniti considerata la prestazione sotto tono di Tedino autore di innumerevoli occasioni da goal sfumate.

I giallorossi, dunque, a meno di una clamorosa battuta d’arresto nella partita di ritorno, archiviano la pratica qualificazione fin dalla gara di andata come era solita fare nei tempi addietro.

Per la cronaca dopo i primi minuti di studio a sbloccare la partita ci pensa l’attaccante Corbo che su una palombella in area di rigore di Martini ribadisce in rete di testa.

I colleghi di Roma ci mettono il cuore e la grinta ma non riescono a pungere la difesa sannita. Il Benevento, a quel punto inizia, a giochicchiare e a sprecare l’impossibile; prima Martini e, soprattutto, Tedino e poco ci manca che non ci scappi la beffa quando ad inizio ripresa i padroni di casa con un tiro dalla distanza vedono infrangersi le loro speranze di pareggio sulla traversa.

Bisogna attendere l’ingresso del bomber Lonardo (fermo ai box nel primo tempo perche’ reduce da infortunio muscolare) e lo spostamento in cabina di regia del Presidente Lauro (che prende il posto dell’infortunato Martini) , perche’ la squadra tornasse ad essere quella cinica di sempre. Infatti, bastano pochi minuti al bomber Lonardo per raccogliere un tiro respinto dal portiere romano dopo l’ennesima occasione sprecata da Tedino e ad insaccarlo di precisione alle spalle del portiere di casa.

Sul finire della gara una percussione sulla destra di Santosuosso, autore di una bella prestazione, mette ancora una volta Tedino solo davanti al portiere che incredibilmente calciando sulla schiena del difensore avversario spiazza l’incolpevole portiere depositando in rete la palla.I giallorossi si portano sul 3 a 0 e chiudendo definitivamente la partita.

Onore e merito ai commercialisti romani per non aver mai mollato per tutto il corso della gara e per la sportivita’ agonistica con cui si sono battuti.

Formazione Benevento:

Massa R.: Prestazione di normale routine, nessuna parata di rilievo, 6;

Massa F.: Ci si aspetta molto di più da Fabrizio ma il campo ristretto gli impediva la sua solita progressione, 6;

Santosuosso A: Dopo un inizio incerto nella ripresa è stato devastante con le sue incursioni, decisivo nella rete del 3-0, 7,5;

Cocchiarella C: preciso ed ordinato nei passaggi ma gli avanti avversari non lo hanno mai seriamente impensierito, 6;

Monteforte V: Gli avversari non pungono ed allora Vincenzo prova a stimolarli passandogli la palla per farsi allenare nell’uno contro uno…., 6

De Cicco P: pian piano sta ritornando alla forma di un tempo e la sua fisicità sarà determinante per il prosieguo ma per i piedi c’è poco da fare……, 7

Ricciardi M: non concede nulla a nessuno fosse pure un bambino della scuola calcio, 7,5 Tedino G: per le occasioni fallite 3, per il resto s.v.

Martini G: Il mattatore della squadra non è in giornata ma a lui tutto è concesso al contrario di Tedino, 5,5

Lauro G.: il capitano c’è!! la forma sta ritornando, 6;

Corbo G: tanto cuore, tanta grinta e soprattutto anche seconda rete consecutiva, 7

Lonardo M dal 60’: con lui il campo la squadra ritrova subito concretezza in fase realizzativa, 7

Fragnito R. dal 65’: almeno 25 minuti sono sempre ad alto livello….poi…., 7

ortona A. dal 70’: pochi minuti ma la sua presenza è sempre fondamentale sia fuori che dentro al campo, 6

- PAGELLE -
 

08.05.2013 Benevento-Foggia 5-0

benevento-foggia-8-5-2013
- PAGELLE -

 

 
Altri articoli...